Traduzione Olandese

La traduzione olandese-inglese e quella inglese-olandese è uno dei servizi offerti dalla nostra agenzia di traduzione.

La nostra agenzia è specializzata nella traduzione da e verso l'olandese di tutti i tipi di testi e argomenti.

Il servizio di traduzione dell'olandese si realizza in due fasi fondamentali:

Fase di Traduzione:

I traduttori professionali olandesi madrelingua nella nostra agenzia traducono solo nella loro lingua madre e unicamente tipi di testi in cui sono specializzati.
Per la traduzione dell'olandese si utilizzano le più avanzate tecnologie di traduzione, assicurando pertanto i migliori risultati.

Lettura attenta e Revisione:

Per garantire una totale fluidità e una perfezione linguistica assoluta, presso la nostra agenzia di servizi, ogni traduzione da e verso l'olandese viene attentamente riletta e revisionata da un traduttore madrelingua.

Offriamo anche localizzazione di siti web e software da e verso l'olandese.

Se ha bisogno di un traduttore di olandese ci contatti.

Storia del neerlandese

Storicamente, una possibile classificazione dell'olandese potrebbe essere neerlandese antico, medio e moderno.
L'unica testimonianza letteraria del neerlandese antico (circa fino al 1100) è una traduzione del Salterio.

Durante il periodo nel neerlandese medio (dal 1100 fino al 1550) la lingua subì varie modifiche negli aspetti fonetici e morfologici. In un primo momento, non esisteva ancora una norma che fissasse la scrittura, gli autori si servivano, pertanto, dei suoi dialetti per scrivere. Tuttavia, paulativamente nel secolo XIII ci furono vari tentativi, per esempio di Jacob van Maerlant, per standardizzare e fissare la lingua scritta. Nondimeno si smise di fare ricorso ai dialetti.

Il periodo del neerlandese moderno va dal 1550 fino al presente. Tra il 1619 e il 1637 ebbe luogo un evento di grandissima importanza, la pubblicazione di una versione autorizzata delle Sacre Scritture chiamata “Statenbijbel”. Grazie a questa pubblicazione, il neerlandese fu in grado di diffondersi dei Paesi Bassi e si fissò una norma e l'ortografia; fu un caso simile a quello che si ebbe nel territorio della Germania con la traduzione della Bibbia realizzata da Lutero.

Il neerlandese si espanse durante il secolo XVII nella Repubblica Olandese; tuttavia, nel Belgio di lingua francese, questa lingua perse il suo status fino a che nel secolo XIX, sostenuto dal movimento nazionalista riuscì a recuperare posizione, sotto il nome di flamenco. Lo stato dopo la II Guerra Mondiale appoggiò la riforma ortografica per raggiungere l'uniformità dell'uso del neerlandese in Belgio.