Traduzione Giapponese

La traduzione giapponese-inglese e inglese-giapponese è uno dei servizi offerti dalla nostra agenzia di traduzione.

La nostra agenzia di traduzione è specializzata nella traduzione da e verso il giapponese di tutti i tipi di testi e argomenti.

Il servizio di traduzione del giapponese si realizza in due fasi fondamentali:

Fase di traduzione:

I traduttori professionali giapponesi madrelingua nella nostra agenzia traducono solo nella loro lingua madre e unicamente tipi di testi in cui sono specializzati.
Per la traduzione del giapponese si utilizzano le più avanzate tecnologie di traduzione, assicurando pertanto i migliori risultati.

Lettura attenta e Revisione:

Per garantire una totale fluidità ed una perfezione linguistica assoluta, presso la nostra agenzia di servizi, ogni traduzione da e verso il giapponese viene attentamente riletta e revisionata da un traduttore madrelingua.

Offriamo anche localizzazione di siti web e software da e verso il giapponese.

Se ha bisogno di un traduttore di giapponese, non esiti a provare e ci contatti.

Scrittura del giapponese

La scrittura del giapponese si avvale di due sistemi di ortografia, composti da ideogrammi cinesi, o kanji, introdotti in Giappone intorno al secolo IV e il sistema kana. Il sistema kana fu elaborato al'incirca 500 anni dopo del kanji. Il kana è formato da due modalità di scrittura del giapponese, che sono gli alfabeti sillabici propri, il katakana e l'hirigana.

Nell'antichità le donne l'hirigana e gli uomini il katakana. Attualmente, in giapponese, il katakana si usa per scrivere nomi di persona e luoghi stranieri ma anche per onomatopeici e in generale, prestiti di altre lingue; il sillabario hirigana si utilizza per parole con origine giapponese. In giapponese esistono pochissime parole straniere scritte in hiragana. Attualmente il giapponese adotta molte parole straniere, principalmente dall'inglese e alcune poche dal tedesco.

Il giapponese utilizza l'alfabeto latino, chiamato romaji. Questo alfabeto si utilizza per scrivere nomi di marche o compagnie straniere e per scrivere sigle internazionalmente conosciute. Esistono vari sistemi di romanizzazione, dei quali il più conosciuto è il sistema Hepburn; tuttavia, è il sistema Kunrei-shiki quello ufficiale in Giappone.

Grammatica

Il giapponese è una lingua agglutinante che combina diversi elementi linguistici in parole semplici. Ognuno di questi elementi ha un significato fisso ed indipendente.

La grammatica del giapponese è molto diversa da quella delle lingue europee. Forse, le caratteristiche più significative della sua grammatica sono:

  • A differenza dello spagnolo, la struttura grammaticale è soggetto-oggetto-verbo.
  • Non esistono generi in giapponese: nè il maschile nè il femminile, nè il neutro.
  • In giapponese, generalmente, non si usa il plurale, la pluralità si deduce dal contesto. - Non esiste nemmeno il tempo futuro. In giapponese esiste solo il passato ed il presente, che si impiega anche per azioni future. Il tempo futuro si deduce dal contesto.
  • Per poter esprimere le quantità in giapponese bisogna servirsi dei cosiddetti contatori. Quindi, per esempio, per contare gli animali di piccole dimensioni si utilizza un contatore, per gli oggetti allungati un altro contatore e per i macchinari un altro ancora. Esiste una gran quantità di contatori in giapponese.